Poltrona e sofà Gli artigiani delle comodità

Il prezioso “lato B” del  palazzo. Grillini francescani e dirigenti comodosi. E i Dipendenti? Uno zoccolo e una ciabatta.

Carrara è un posto strano assai. Da un anno a questa parte la giunta 5stelle è assolutamente immobile e assente poi, in una sola settimana, si trova nel bel mezzo di una bufera politico-ambientale. Così, mentre le forze politiche “normali”, destra e sinistra, vanno dal Prefetto per avere lumi su una manifestazione “contro la mafia” alla quale il sindaco ha aderito con tanto di lettera di invito ai dirigenti scolastici, ti scoppia la grana delle poltrone.

Quella dei rimborsi di 4.000 euro al mese alla Selmar  era già scoppiata l’estate scorsa con l’assessore Raggi che costava “più di un  fiume ai lucchesi”, ma questa rischia di essere molto peggio. Non è per i soldi, diceva quello, ma è per il “lato B” come ormai si definisce elegantemente il fondo schiena.

Succede che il segretario generale abbia bisogno di una poltrona e che decida di comperarsene una. Con l’aggiunta di due sedioline. Non si sa se per gli ospiti o per l’avvocatura. Sedioline minori, in ogni caso.

Totale milleseicentoquarantacinque virgola tredici euro. Dicasi 1.645,13 . Il dottor Petrucciani, segretario generale di lungo corso e di alto profilo professionale, strappato a viva forza al Comune di Aulla, ha tutto il diritto di avere una poltrona comoda. Quelle esistenti stavano lì dai tempi del conte Carlo Monzoni e mostravano una nobilissima usura con pantaloni che si strappavano e calze che si smagliavano.

Apriti cielo. Non perché a bilancio le entrate sono le stesse degli “altri”.

NO, perché 1.645,13 euri per la poltroncina non vanno giù né alla stampa né all’opinione pubblica. Si sono ingoiati di tutto  ma questi 1.645,13  proprio non li digeriscono.

Una specie di arma di distrazione di massa dopo che gli insegnanti di italiano hanno risposto alla circolare del sindaco.

Insomma: titoloni, servizi dei tiggi pubblici e privati, chat e forum a invito sul tema: la poltrona può costare 1.645,13 oppure  il lato B può appoggiare decentemente anche su una similpelle da 164 (centossessantaquattro) euri?

Nella buriana, più finta che reale, il più improvvido è il vice sindaco Martinelli, un’aquila politica, che dichiara alla stampa  «Siamo francescani!»

Assessore Martinelli, il popolo si chiede «Lo dice nel senso che si sentono seguaci di De Pasquale Francesco o perché lo stile è quello del grande Frate di Assisi? Nella seconda ipotesi,  quando va in Giunta, si guardi attorno e lasci perdere se De Pasquale i sandali li porta con i calzini come i tedeschi ai campeggi. Questione di abitudini».   

Sul tema ergonomico si/ ergonomico no, povero/fintopovero,  arriva, buon ultimo, anche il Francesco di Carrara «Esprimo la mia solidarietà al segretario generale fatto oggetto di gravi attacchi personali. Ribadisco che tutti i dipendenti devono avere le migliori condizioni di lavoro possibili. Il Segretario lavora tanto e deve farlo in un ambiente confortevole»

Vero! L’ ambiente di lavoro deve essere adeguato alle norme della Legge 81/2009 , ma lo deve essere  per tutti i dipendenti del comune.  Ci sono alcune situazioni  lavorative, caro Sindaco, che forse Lei non conosce, che hanno già superato il limite al “ benessere lavorativo” per sconfinare nell’emergenza ambientale !Faccia un giretto negli uffici!

Si informi dal suo dirigente al Personale e cerchi di evitare ‘Malattie professionali”  di dipendenti che sono già a rischio stress lavorativo e chiedono da tempo di cambiare settore.

Però il vento è cambiato e sui social (l’habitat naturale della giunta 5stelle) se ne leggono di tutti i colori. Vignette incluse.

«Vi siete fatti la Poltrona» è il più tenero.

«Ha ragione Berlusconi, non avete mai lavorato e ora volete anche riposarvi?»

C’è anche il lapidario «Alla cava!» e il solito cartavetrato «pala e picco!»

Ragazzi, non eccediamo.

Il vento è cambiato ma non scendiamo nel triviale.

Lorenzo Marchini

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *