Aulla Consiglio comunale torrido

Seduta straordinaria il 20 agosto per discutere di edilizia e permessi. Opposizione compatta. Avanti Insieme per AULLA e Idee in Comune affilano le armi. Sarà un ritiro in autotutela con relative Dimissioni?

Da mesi ad Aulla non si parla di altro. Eurospin sbarca alla Filanda ma l’opposizione non sembra disposta a fare sconti. La storia è lunga e intricatissima come tutte le storie di urbanistica. Soprattutto quando si parla di un Comune che da anni si interroga sull’articolo 49 del Regolamento Urbanistico. La vicenda è calda come queste giornate di fine agosto perché l’opposizione tuona da mesi e pretende di sapere se in merito al rilascio dei permessi è tutto conforme a leggi e regolamenti.

Silvia Magnani e Maria Grazia Lombardi, in qualità di Capogruppo , congiuntamente a Monja Brunelli, Filippo Coppelli e Arturo Andrea Demetrio scrivevano già a luglio che “ sull’area ex Filanda e più precisamente sul terreno distinto al NCT del Comune di Aulla al Foglio 17 mappale 1797 , che si estende lungo la strada statale 62 in zona Ragnaia, è stata concesso permesso a costruire n.13/2018 del 16.07.2018 per la realizzazione di un edificio ad uso commerciale per media struttura di vendita”. http://www.liberamente-ms.it/2018/07/30/aulla-si-prepara-al-grande-caldo-la-filanda-e-in-ebollizione-sole-sul-tetto/

Ma il nuovo supermercato rischia addirittura di passare in secondo piano per almeno due motivi.

  • L’area sul quale dovrebbe essere costruito ha ospitato per anni i fanghi dell’alluvione e da mesi c’è una richiesta di sapere se su stoccaggio e smaltimento è tutto OK;
  • Mesi fa la stessa maggioranza ha ritirato dai punti presentati in consiglio comunale la “pratica Eurospin”;

Sull’argomento Filanda e dintorni ormai si è accumulata una massa di atti, articoli, carte, post, interventi, rimproveri e affermazioni di ogni genere. http://www.liberamente-ms.it/2018/07/28/cose-cose-che-fa-andare-la-filanda/

Ciascuno può leggerle e farsi un’idea per non arrivare digiuno alla seduta di stasera (ore 18, tanto per sfruttare le ore fresche) di un consiglio che sarà a dire poco torrido, perché per ottenere una discussione approfondita l’opposizione aveva perfino presentato una mozione urgente respinta dalla maggioranza che ha scelto di svolgere il 20 agosto un dibattito che sarà incandescente anche perché sono stati aggiunti punti che nulla hanno a che fare con l’ordine del giorno previsto dalla mozione. Non sono solo dettagli procedurali perché Idee in Comune e Aulla Avanti Insieme pretendono spiegazioni dai responsabili politici e amministrativi. Se il sindaco Roberto Valettini avrà un pomeriggio difficile (l’opposizione sostiene che il Sindaco è il responsabile politico di tutta l’attività amministrativa), l’assessore all’Urbanistica Marco Mariotti avrà il suo battesimo del fuoco nel fare chiarezza. E’ assolutamente certo che gli assessori non firmano le licenze ma è altrettanto vero che su una pratica così calda il livello di attenzione richiesto dall’opposizione doveva essere massimo. C’è un nuovo dirigente all’Urbanistica che non ha firmato atti di nessun genere e che non vuole (né potrebbe per alcun motivo) essere coinvolto dunque sarà più semplice fare chiarezza e prendere decisioni che, comunque vada avranno conseguenze pesanti.

Diceva l’interpellanza dell’opposizione a luglio:

  • L’area ex Filanda è stata usata nel 2011 quale centro di raccolta provvisorio dei fanghi recuperati presso le zone alluvionate;
  • relativamente ai fanghi stoccati dal 2011 all’interno della zona ex Filanda e, soprattutto, riguardo all’intervento di mezzi per la movimentazione di terra nel 2017 nella stessa area, sono state presentate alla Giunta due interrogazioni alle quali furono date risposte poco precise e assolutamente non soddisfacenti, in quanto veniva, tra l’altro, negato la movimentazione delle terre, seppur in presenza di specifici reperti fotografici a testimonianza di quanto segnalato;
  • a distanza di sei mesi dall’ultima segnalazione la maggioranza non ha relazionato in merito di quanto richiesto e che, inoltre, l’area oggi risulta interessata da un importante intervento edilizio;

L’8 novembre 2017, infatti, la maggioranza aveva portato all’ordine del giorno in consiglio comunale la richiesta di variante urbanistica semplificata per la zona in oggetto e la stessa richiesta di variante urbanistica era stata ritirata.

Nel frattempo le cose sono andate avanti e dalle voci di corridoio la fiducia non regna sovrana nei banchi della maggioranza. Chiamata a difendersi in consiglio comunale.

Dunque farà caldo, ad Aulla.

Perché, dice l’opposizione, l’area della ex Filanda, dove verrà costruito un supermercato Eurospin il terreno presenta numerose criticità sia per il rischio idrogeologico sia perché utilizzata per lo stoccaggio di fanghi e terre a seguito dell’alluvione del 2011.

Ovvio che assessore all’Urbanistica (per la licenza di costruzione), Assessore all’ambiente (per lo stoccaggio e rimozione dei fanghi) e sindaco (al netto della Bassanini è sempre il Sindaco che risponde politicamente degli atti della sua amministrazione e dei dirigenti che ha nominato).

Due le strade possibili per la maggioranza:

  1. il ritiro “in autotutela” del permesso di costruzione del nuovo edificio con dimissioni conseguenti;
  2. La fiducia politica della maggioranza a dirigenti e assessori con l’opposizione che si preparerà “a tutelare i cittadini e la legalità rivolgendoci alle sedi competenti”.

Buon pomeriggio….. 

Condividi su:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *