Aulla disastro viabilità.

Silvia Magnani torna sulle Lame. Amministrazione ferma al semaforo da un anno. Code e rallentamenti infiniti. E la rotonda di Caprigliola? Inconcludenti.

Chi si loda, dice il proverbio, fa una brutta fine.  E ad Aulla la legge viene rispettata puntualmente.

Infatti Silvia Magnani legge una comunicazione trionfale dell’amministrazione, fiera di avere riferito (ma con scarsi risultati, pare) sulla situazione della viabilità si vertici di ANAS e coglie l’occasione per puntualizzare.

«Con il consueto rullo di tamburi che sarà seguito dal solito nulla di fatto, il sindaco di Aulla ha trovato un’ora di tempo per sottoporre a un rappresentante di Anas la consueta lista della spesa relativa agli interventi necessari sulla viabilità e sulle strade di competenza statale. Dalle cronache autocelebrative apprendiamo della partecipazione di una folla di Amministratori comunali che hanno affiancato l’avvocato Valettini per perorare la causa facendo passerella senza portare a casa nessun risultato concreto ribadendo l’incapacità e le inadempienze che hanno palesato in questi due anni nell’affrontare un tema serio come la viabilità sulla Statale interrotta alle Lame e per la quale è stato installato un semaforo che causa code chilometriche con perdite di tempo inaccettabili.»

In effetti la comunicazione era trionfante e annunciava che «il  sindaco Roberto Valettini, il vicesindaco e assessore all’ambiente Roberto Cipriani, l’assessore all’urbanistica Marco Mariotti e l’assessore alle attività produttive Giada Moretti hanno incontrato l’architetto Vittorio Saldutti dell’Anas e il suo assistente riguardo alle criticità che affliggono la strada statale 62 della Cisa, nelle Lame di Aulla, che sta diventando sempre più pericolosa». Insomma, il Gota della Giunta. Domanda: ad Aulla c’è un assessore ai lavori pubblici?

Così Silvia Magnani, già Sindaco di Aulla, che conosce discretamente la situazione sottolinea pacata «In attesa che il sindaco Valettini riferisca in Consiglio comunale o quanto meno in Commissione i dettagli dell’incontro prendiamo atto che su nessuno dei problemi sciorinati ai dirigenti di Anas la pletora di assessori presenti ha ottenuto risposte chiare ed esaustive e che la promessa di una modesta asfaltatura su un tratto deteriorato della statale rappresenta un risultato a dire poco “modesto” per un team di ingegneri e avvocati. Resta il fatto che il semaforo compie tristemente un anno e il sindaco Valettini, per celebrare l’evento potrebbe indire un premio letterario per le centinaia di articoli pubblicati dai cittadini inferociti o, in alternativa, discuterne amabilmente in un caffè letterario sviscerando il tema del disagio automobilistico per quanti, ogni giorno, durante le code pensano riconoscenti all’Amministrazione che non riesce a cavare un ragno dal buco».

In effetti la stampa puntualizzava che «non parliamo più soltanto del semaforo posizionato, da più di 11 mesi, prima del curvone della frazione di Stadano, anche se di automobilisti che transitano allegramente col rosso, saltando le code che si formano, se ne vedono spesso. Parliamo degli incidenti che si sono verifica all’altezza di una curva in prossimità di un deposito dell’Anas, circa un chilometro dopo l’abitato di Aulla».

Pare che un po’ di asfalto nuovo arriverà. Ma non basta alla Consigliera Magnani  che vuole certezze non chiacchiere e distintivi.

«Agli Aullesi, come a tanti automobilisti lunigianesi interessa sapere se, e con quali tempi, sarà ripristinata la viabilità e una data, almeno indicativa, per la rimozione del semaforo che crea problemi e disagi agli automobilisti. A quanto pare il quesito non ha avuto nessuna risposta e di interventi risolutivi non se ne parla: per il momento (e ancora lungo) dobbiamo accontentarci della solita “fuffa”». A guardare bene qualche motivetto c’è.

Perciò Magnani  a nome di #AvantiInsieme per Aulla spera che «in un meeting di così alto livello, sia stato riproposto il tema della realizzazione della realizzazione della rotonda di Caprigliola, intervento che risolverebbe una delle maggiori criticità per la circolazione stradale. Sarebbe opportuno sapere se il progetto, approvato dalla mia Amministrazione, è stato definitivamente abbandonato e con quali motivazioni considerato che era stato già finanziato da Anas e già due anni or sono era stato dichiarato immediatamente cantierabile. Se il Sindaco e i suoi assistenti non si fossero baloccati con interventi e revisioni improbabili oggi la rotonda sarebbe una realtà e non si verificherebbero ingorghi per il traffico che proviene dal ponte di Albiano. Purtroppo, per colpe e responsabilità evidenti dell’Amministrazione di Aulla gli automobilisti devono affrontare due code: quella del bivio di Caprigliola e quella del semaforo ormai inamovibile di Stadano».  Allegato anche un grafico della rotonda che non c’è.

Scontata la conclusione «Credo che Aulla abbia bisogno di buoni amministratori più che di selfie e passerelle inconcludenti».

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *