Interrogazione. Risposta scritta. Quando?

A Carrara sarà un consiglio Comunale “normale” o ci saranno comunicazioni? Avremo ancora inversione? Interessanti i criteri per la nomina dei rappresentanti negli enti e Istituzioni. In attesa dei direttori dei Musei.

Domani 9 aprile a Carrara è convocato un consiglio comunale. Ordine del giorno apparentemente “piatto” quasi a sconsigliare troppe presenze. Ma i motivi di interesse ci sono tutti. Non c’è suspense per l’acquisizione di un terreno privato di 340 metri quadrati usato dal Comune da oltre venti anni e anche del regolamento sulla “dematerializzazione degli atti” si capirà meglio in corso d’opera. Si saprà qualcosa in più anche della criptica frase “variazione di bilancio” confidando che non sia per un aumento di costi della Giunta già discretamente costosa.

La prima domanda, ovviamente tutta politica, è la seguente:

ci sarà, ancora una volta, la richiesta della maggioranza grillina di rivoluzionare l’ordine del giorno? Ormai è una prassi per cui le interrogazioni e le interpellanze vengono fatte scivolare alla fine quando ormai il pubblico è tornato a casa. Non è un bel vedere e nemmeno un bel messaggio democratico come ha denunciato Andrea Vannucci anche nell’ultimo consiglio comunale.

La convocazione (ore 18.30) prevede, infatti, prima le comunicazioni del Sindaco e del Presidente, poi quelle dei presidenti di Commissione (forse anche della Commissione Marmo sulle ultime vicende), e, a seguire, la presentazione di mozioni, interpellanze e interrogazioni. Ci sarebbe anche da capire e approvare gli indirizzi per la nomina dei rappresentanti del Comune presso Aziende, Enti e Istituzioni. Una bella “patatina” visto com’è finita con la Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, considerato che si va a scadenza di ERP.

Il punto prevedibilmente più interessante sarà il 4, quello delle interrogazioni e interpellanze precedentemente presentate per il quale la convocazione del Presidente Michele Palma rinvia ad un allegato nel quale viene fornito un elenco di interrogazioni che ancora (sembrerebbe) non hanno avuto una risposta.

Infatti, a commento, puntigliosamente recita “si ricorda che l’articolo 29 comma 5 del Regolamento del Consiglio comunale stabilisce che in mancanza di risposta immediata, “verrà data risposta scritta all’interrogante e dal Presidente del Consiglio entro trenta giorni”.

Sembrerebbe banale ma a leggere titolo e data delle risposte inevase è possibile sospettare che ci sarà maretta.

Non solo per le date. Infatti l’elenco comprende interrogazioni che risalgono addirittura a gennaio 2018. Quando De Pasquale e Martinelli stavano all’opposizione bastava poco per incendiare la polemica sui ritardi.

Fra le interrogazioni citate che sembrano in attesa di risposta (pare) almeno due perline.

La prima della capogruppo del PD Roberta Crudeli che interrogava sulla Pagina Facebook. Detta più chiaramente voleva sapere chi aveva amministrato la pagina del Sindaco in occasione di alcune iniziative politiche elettorali. Si attende risposta. Eravamo a marzo 2018…..

Altra risposta utile e gradita sarà quella all’interrogazione del consigliere Massimiliano Bernardi presentata il 7 agosto 2018 e liquidata come “evento in cava Stefano Bollani”.

Se la risposta spiegherà perchè e come  in tanti dovettero sorbirsi una bella scarpinata fino ai Ponti di Vara in piena notte e senza illuminazione e perché i pullman che dovevano riportarli a valle erano bloccati, ci sarà da divertirsi. Soprattutto nel sapere chi ha commissionato e gestito le navette. Io c’ero e mi sono divertito solo ad ascoltare Bollani. Come me tanti altri. Ci fu anche un po’ di parapiglia sui giornali, prontamente sedato. http://www.liberamente-ms.it/2018/08/04/stefano-bollani-superstar-ma-organizziamoci/

La risposta arriverà. Di sicuro Bollani è un grande.

I bus navetta dalle cave un po’ meno. Comunque arriva l’estate e la storia, di solito, si ripete.

Lorenzo Marchini

consiglio comunale 9aprile 2019

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *