Peccatori & smemorati

Massimiliano Bernardi

Massimiliano Bernardi

Massimiliano Bernardi durissimo sulla mancata assegnazione della casa popolare alla famiglia di una disabile. Amministrazione non è in grado «per incapacità e incompetenza di attuare i dispositivi di legge».

Non accenna a placarsi la polemica di Massimiliano Bernardi di Alternativa per Carrara, nei confronti dell’amministrazione e dell’assessora al Sociale Anna Galleni.

La vicenda viene da lontano. Una famiglia in gravissime difficoltà chiede ripetutamente l’assegnazione di una casa popolare che consenta piena libertà di accesso e di movimenti per una disabile. La situazione è pesantissima: non dispone di un reddito fisso e le patologie sono gravi. La famiglia chiede (e ottiene) la possibilità di parlare in consiglio comunale per spiegare le proprie ragioni ma poco cambia. http://www.voceapuana.com/carrara/politica/-sfrattati-con-una-figlia-disabile-il-grido-disperato-di-una-famiglia-15512.aspx Non ottiene la casa popolare, con tutto quello che significa in termini di sicurezze e di tutele, pur convinta di averne tutti i requisiti.

Rientrano fra gli assegnatari di casa popolare altri nuclei in graduatori e alla famiglia con disabile viene assegnato un alloggio destinato agli anziani presso la casa di riposo.

Massimiliano Bernardi, nella passata amministrazione assessore al sociale, convoca una conferenza stampa per spiegare i diritti della famiglia e segnalare quelle che considera inadempienze dell’amministrazione e dell’assessora al sociale che risponde con le sue deduzioni. Lo scontro è durissimo perché il consigliere comunale è ben documentato. https://www.lagazzettadimassaecarrara.it/politica/2019/06/caso-disabile-in-graduatoria-per-la-casa-popolare-versioni-opposte-tra-parti-interessate-e-assessorato-al-sociale/

L’assessora produce altri argomenti ma Bernardi non accetta spiegazioni.

Non sono scintille, ma un vero falò, perché il consigliere risponde durissimo su Facebook ricordando, agli attuali amministratori, non solo il presente ma anche il pregresso quando i 5Stelle stavano all’opposizione.  https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=906276706415901&id=100011007405268 .

«Non mi stupisce la nota becera dell’ Amministrazione De Pasquale sulla questione della mancata assegnazione della casa popolare ad una disabile. Quando compaiono difficoltà di memoria o di concentrazione in genere si tratta di fenomeni associati a momenti di particolare affaticamento o stress e si fa cilecca. Pare proprio che questo sia successo ai 5 Stelle De Pasquale, Martinelli e lo scomparso dalla scena politica Federico Bonni che, dall’ opposizione, nella passata legislatura, tra meetup e commissioni sociali hanno riempito le pagine dei social parlando di sfruttamento dei più deboli. La polemica sulla strumentalizzazione dei disabili l’hanno inventata loro quando faceva comodo e quando mamme simpatizzanti del movimento 5 Stelle presidiavano quotidianamente le commissioni consiliari ed i Consigli comunali. Ma andava bene così! Andava più che bene utilizzare persone con grave disagio sociale durante i famosi Consigli comunali con la presenza di Assemblea permanente. Persone che venivano istigate a fare gesti eclatanti e che, quando i 5 Stelle hanno vinto le elezioni, chi ha chiesto di poter parlare con il Sindaco De Pasquale non è stato ricevuto ed è stato persino fatto allontanare dalle Forze dell’Ordine! Il sottoscritto c’era e ci sono gli streaming a testimoniare il feeling tra i presidianti e i consiglieri di opposizione che saltavano dalla parte del pubblico per accendere gli animi. Prima avete utilizzato i deboli e poi li avete mazziati!  Ora è solo un brutto ricordo vero ???? Invece che dire dell’Assessore al Sociale ed alle politiche abitative Anna Galleni? In questi giorni sembrerebbe essere stata “fulminata” sulla via di Damasco come San Paolo perché sulla sua pagina Facebook scrive post come se fosse stata invasa da una luce divina che la spinge a parlare di “bestemmia”. L’ Assessore sostiene di provare   schifo per la bestemmia verso l’Umanità che perpetua chi utilizza i deboli per il tornaconto personale. Una nuova interprete del Vangelo che fa provare schifo pure a me ed intravvedere una miriade di peccatori tra i banchi della maggioranza 5 Stelle. Peccatori a 5 Stelle e pure smemorati possono sfogare tutta la loro rabbia e la loro voglia di farla pagare a chi fa politica a favore di chi ha il diritto di parola! Fare politica per i grillini significa non trovare soluzioni possibili per chi ne ha diritto! L’ Amministrazione De Pasquale, è dimostrato con i fatti, pensa solo al proprio tornaconto e non è in grado per incapacità ed incompetenza di attuare i dispositivi di Legge».

Al prossimo consiglio comunale prevedibile che non si parli solo di PABE.

Condividi su:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *